You are currently viewing Punto pavone ai ferri

Punto pavone ai ferri

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Punti Maglia
Condividi l'articolo

Il punto pavone ai ferri è uno dei punti della maglia più ricercati e più utilizzati per copertine, ma anche per capi di abbigliamento: stole, scialli, cappelli, maglie… Qualche tempo fa io l’ho scelto per realizzare una salopette da bimba. Ho lavorato la gonnellina con il punto pavone, la fascia in vita l’ho lavorata a legaccio con i foretti, e ancora punto pavone per la pettorina. La particolarità di questo punto è l’effetto ondulato che si crea sin dai primi giri, perciò non è necessario aggiungere alcuna bordura, il punto si rifinisce da solo.

punto pavone ai ferri

Punti Impiegati

Margine: passare la prima maglia di ciascun ferro senza lavorarla, e lavorare l’ultima maglia di ciascun ferro sempre a diritto.

Maglia rasata a diritto: lavorare un ferro a diritto

Maglia rasata a rovescio: lavorare un ferro a rovescio

Gettato: passare il filo sopra il ferro destro per creare un aumento.

2 Maglie chiuse insieme: chiudere in un unico punto a diritto o a rovescio due maglie sul ferro.




Realizzazione

Il punto pavone si sviluppa su un numero di maglie divisibile per 18, a cui bisognerà aggiungere un punto di margine ad inizio e a fine ferro.

punto pavone ai ferri

1° ferro: 1 punto di margine, * 2 punti assieme a diritto per 3 volte, poi lavorare 1 punto a diritto ed 1 gettato per 6 volte,  2 punti assieme a diritto per 3 volte*, 1 punto di vivagno. Ripetere la parte tra asterischi per tutto il ferro.

2° ferro: lavorare tutti i punti a diritto.

3° ferro: lavorare tutti i punti a diritto.

4° ferro: lavorare tutti i punti a rovescio.

5° ferro: ripetere la lavorazione dal primo ferro.

Schema grafico del punto pavone ai ferri

punto pavone ai ferri

Realizzate un campioncino del punto pavone ai ferri, vedrete che ve ne innamorerete subito e avrete solo l’imbarazzo della scelta sulle sue tantissime applicazioni. Andrà benissimo sia il filato di lana, che quello in cotone; io preferisco i colori chiari perchè quelli scuri nascondono l’effetto ventaglio e i dettagli dei trafori creati dal punto. Prestate attenzione alle diminuzioni degli scalfi manica o della scollatura se deciderete di realizzare una maglia: il punto pavone alterna gruppi di maglie lavorate insieme e gettati per pareggiare il numero delle maglie diminuite, pertanto bisogna sempre considerare questo equilibrio nel numero delle maglie.

Spero che il punto che vi ho proposto oggi vi sia piaciuto, e che vi serva da spunto per la vostra prossima creazione! Che ve ne pare se lo usassimo per una copertina?

Ci vediamo per altri “giri di maglia”! Sofy. L

Passa a trovarmi anche su FACEBOOK

Sei un’appassionata di uncinetto? Allora visita il mio blog con tantissimi modelli, schemi e spiegazioni: Sfilo e Creo

Condividi l'articolo




Questo articolo ha un commento




  1. [email protected]

    Tutto chiaro ma non è dato sapere per la realizzazione di un golfino, come realizzare gli aumenti perché sono necessari nella zona tra il punto vita e l’inizio del punto seno.
    GRAZIE
    Luana Baccani

I commenti sono chiusi.